Collezioni speciali

Biblioteca Prof. Eduard Hüttinger / Donazione Annette Bühler

La biblioteca di studio dell’ex professore ordinario di Berna Eduard Hüttinger, acquisita dalla Biblioteca di SIK-ISEA, costituisce una collezione unica sull’arte e la storia dell’arte europee.

Il Prof. Dr. Eduard Hüttinger (1926–1998) nel corso della sua attività scientifica, ha allestito una importante biblioteca privata, che alla fine della sua vita comprendeva circa 25.000 volumi. Accanto al campo di specializzazione di Hüttinger, l’arte e la cultura veneziane, la biblioteca contiene ampi fondi sulla storia dell’arte italiana dal Rinascimento fino all’epoca moderna, sulla pittura olandese, sulla storia delle discipline artistiche e sulla storia dell’arte europea dell’epoca moderna dal XV al XX secolo. Ulteriori ambiti tematici sono rappresentati dalle sezioni di germanistica, filosofia e scienza della storia.

Eduard Hüttinger in Venedig, Mitte der 1960er Jahre (Fotograf unbekannt)

Eduard Hüttinger, Miró, Bern: Scherz, 1957

Eduard Hüttinger, Venezianische Malerei, Zürich: Büchergilde Gutenberg, 1959

Autorenporträt Hüttinger, aus: Büchergilde. Monatsschrift der Büchergilde Gutenberg, Zürich, April 1959, Heft 4, S. 84

Eduard Hüttinger, Giacomo Manzù, Amriswil: Bodensee-Verlag, 1956

Ansprache von Eduard Hüttinger im Kunstmuseum Bern anlässlich des 50. Jubiläums der Freunde des Kunstmuseums Bern, 1970 (Fotograf unbekannt)

Eduard Hüttinger, Max Bill, Zürich: ABC-Verlag, 1977

Eduard Hüttinger im Musée Antoine Wiertz, Brüssel, 1977 (Foto: Tapan Bhattacharya)

Künstlerhäuser: von der Renaissance bis zur Gegenwart, hrsg. v. E. Hüttinger und dem Kunsthistorischen Seminar der Universität Bern, in Zusammenarbeit mit dem Schweizerischen Institut für Kunstwissenschaft, Zürich: Waser, 1985

Franz Larese, Piero Dorazio und Eduard Hüttinger in der Erker-Galerie, St. Gallen, 1991 (Fotograf unbekannt)

Eduard Hüttinger, Porträts und Profile: Zur Geschichte der Kunstgeschichte, St. Gallen: Erker, 1992

Eduard Hüttinger, Licht und Farbe: Zur Kunstgeschichte Italiens, Zürich: Schweizerisches Institut für Kunstwissenschaft, 2001

Eduard Hüttinger studiò storia dell’arte (1946-1952) all’Università di Zurigo con Gotthard Jedlicka, laureandosi nel 1952 con una tesi sui cicli pittorici di Tintoretto nella Scuola di San Rocco a Venezia. Fu conservatore e curatore di mostre al Kunsthaus di Zurigo (1955-1965). Conseguita l’abilitazione (1963) sullo scultore barocco Francesco Pianta, ricoprì gli incarichi di libero docente e assistente all’Università di Zurigo (1963-1966). Hüttinger fu inoltre professore straordinario (dal 1966) e ordinario (dal 1967) di storia dell’arte moderna e contemporanea all’Università di Heidelberg; nel 1969 accettò un incarico presso l’Università di Berna, dove rimase, come ordinario di storia dell’arte dell’epoca moderna e responsabile del seminario di storia dell’arte, fino al 1991, anno della sua nomina a professore emerito. Fu membro della commissione di pubblicazione dell’Istituto svizzero di studi d’arte (1963-1982) e del comitato direttivo di fondazione (1982-1992). Fece parte del consiglio di fondazione della Pro Helvetia (1970-1981), oltre che della commissione museale bernese (1970-1991).

Un elenco esauriente delle pubblicazioni di Eduard Hüttinger si trova in: Eduard Hüttinger, Porträts und Profile. Zur Geschichte der Kunstgeschichte, Sankt Gallen, Erker 1992, pp. 363-379, oppure in Eduard Hüttinger, Licht und Farbe. Zur Kunstgeschichte Italiens, a cura di Juerg Albrecht e Regula Kräenbühl, Zurigo, Istituto svizzero di studi d’arte; Ostfildern-Ruit: Hatje Cantz 2001, pp. 481-482 (appendice).

Dopo la morte di Eduard Hüttinger, nel 1999 gran parte della biblioteca è stata donata da Annette Bühler all’Istituto svizzero di studi d'arte (SIK-ISEA). Dopo un’ampia reinventariazione e un’uniformazione del patrimonio, realizzate con l’aiuto della signora Bühler, dal 2019 la Biblioteca Prof. Eduard Hüttinger / Donazione Annette Bühler è accessibile nel catalogo NEBIS e può essere raggiunta virtualmente tramite un deeplink. A fini di documentazione è possibile effettuare ricerche sul patrimonio originario della biblioteca di studio di Eduard Hüttinger mediante una applicazione di data base interna. Grazie al generoso sostegno della signora Bühler, la Biblioteca Hüttinger può essere costantemente ampliata con testi attuali e conta al momento (febbraio 2020) 11.200 volumi.

Il patrimonio completo è conservato in un deposito esterno e può essere ordinato mediante il catalogo NEBIS.